BLACK + DECKER Verso una nuova generazione

Cristiano Granata,Head of Marketing Global Tools &Storage della filiale italiana di StanleyBlack&Decker
Cristiano Granata,Head of Marketing Global Tools &Storage della filiale italiana di StanleyBlack&Decker

È passato un anno dal lancio globale della nuova brand identity, che ha trasformato l’immagine di Black + Decker, da più di un secolo uno dei marchi più affidabili del globo. Elettroutensili, prodotti da giardino e piccoli elettrodomestici oggi appaiono sul mercato con il logo Black+Decker, ideato per rivolgersi a un consumatore giovane e dinamico.
Una trasformazione ben riuscita tanto che, a dispetto del clima d’insicurezza causato dalla crisi, l’azienda internazionale ha visto crescere notevolmente il suo fatturato in Italia. Grazie soprattutto alla divisione piccoli elettrodomestici, che si conferma la più profittevole d’Europa. Lo racconta Cristiano Granata,Head of Marketing Global Tools &Storage della filiale italiana di StanleyBlack&Decker.

Perché un nuovo brand?
Il re-branding di Black+Decker, presentato la primavera dello scorso anno, nasce dalla necessità di svecchiare il nostro brand che dalle ricerche di mercato risultava avere dei connotati molto positivi in termini di affidabilità e sicurezza ma era avvertito come un marchio un po’ datato, spesso associato agli acquisti del papa’ e del nonno. Abbiamo voluto trasformarlo in un brand giovane che potesse attirare una nuova generazione di consumatori.

Quali valori volete esprimere con il nuovo logo e la nuova brand identity?
Il nuovo logo Black+Decker è stato concepito in modo da apparire semplice, chiaro e impattante e per rivolgersi a un consumatore giovane, dinamico e che ha voglia di fare. Da questo obiettivo è nata la mission “Empowering People”, oggi il marchio vuole emozionare, dare delle idee perché le persone si mettano alla prova, facciano cose nuove.

Come si coniuga questa strategia con il mantenimento del vostro target tradizionale?
Nel corso della sua storia, Black+Decker ha sempre fornito ai propri consumatori prodotti innovativi, di qualità e a buon prezzo. A seguito di questo, il brand si è profondamente radicato nel tessuto domestico, divenendo uno dei più riconoscibili al mondo. Non temiamo di perdere il nostro consumatore tradizionale, abbiamo solo allargato il target di riferimento e precisato la nostra mission.

Come è cambiata Black +Decker nel corso dell’ultimo anno?
La nuova mission è stata trasferita sicuramente anche sull’immagine e il design dei prodotti ma prima di tutto ha avuto i suoi effetti sul nostro modo di comunicare e sul nostro approccio ai consumatori. Le campagne marketing hanno posto l’accento sulla nostra capacità di fornire agli individui idee, consigli e un bagaglio esperienziale che consenta loro di raggiungere i propri traguardi, rendendo il loro stile di vita più consapevole a livello di conoscenze e preferenze. Le nostre attività sui social network sono un segno tangibile di questa trasformazione, abbiamo cambiato il nostro modo di presentare i prodotti con video, immagini e cataloghi nuovi. E soprattutto abbiamo deciso di utilizzare mezzi digitali e social media per parlare a una nuova generazione. A partire da settembre 2014 sono arrivati a scaffale i prodotti con il nuovo logo accompagnati da una grande campagna di comunicazione finalizzata a dare ulteriore energia al marchio.

L’intervista integrale, raccolta da Lara Colombi, sul prossimo numero di ae.